martedì 7 novembre 2017

Premiazione Viterbo 2017



Al Palazzo dei Priori domenica 5  novembre premiazione del Festival Nazionale FITA – XXII Premio Città di Viterbo – alla presenza del consigliere nazionale FITA Pasquale Manfredi e di Fiammetta Fiammeri che per la FITA  ha curato la Direzione Artistica del Festival
Il premio per il miglior spettacolo è andato a “Amleto vs. Romeo” di Fabiano Marti, portato in scena dalla compagnia “La Calandra” di Tuglie (LE) con la seguente motivazione : ”Solo chi conosce a fondo il teatro tradizionale può immaginare e mettere in scena questa divertente e intelligente commistione tra personaggi”. L’opera si è aggiudicata anche il premio Media & Sipario, offerto dalla testata giornalistica on line specializzata in cultura e spettacoli.
Premio alla miglior regia a Carolina de la Calle Casanova, per la pièce “Virginia va alla guerra”, messa in scena dalla Compagnia Estragone di San Vito al Tagliamento (PN) l’opera è stata definita dalla giuria una perfetta macchina scenica, adatta al palcoscenico e al grande schermo ed ha ottenuto anche il Premio del Pubblico.
Premio alla migliore attrice protagonista: Norina Benedetti, per “Virginia va alla guerra”, di cui è anche l’autrice.
Un ex-aequo per il premio al migliore attore protagonista: Fabiano Marti e Federico Della Ducata, per “Amleto vs. Romeo”. Questa la motivazione:”La loro complementarità seppure contrapposta si è fusa in un’unica performance dalla straordinaria valenza espressiva.”
Premio per il migliore attore non protagonistaad Angelo Polce della compagnia “Amici del Teatro” di Valmontone (RM), per la sua interpretazione del dottor Purgone nella commedia “Il malato immaginario” di Molière. La compagnia ha ricevuto anche il premio per i migliori costumi.
Premio Memorial Francesco Mencaroni a Sandro Calabrese interprete nello spettacolo “Ben Hur” di Gianni Clementi, con la compagnia “La bottega dei Rebardò”. Particolarmente emozionante il momento della consegna del premio da parte della figlia del mai dimenticato Mencaroni, attore e membro della giuria FITA del festival per tanti anni.

Infine il Premio Rotary, associazione da sempre partner del Festival, è stato attribuito alla compagnia “Saro Costantino” di Rometta (ME) per la messa in scena de “La Giara” di Luigi Pirandello, con a motivazione: “L’utilizzo di giovanissimi attori come ottimo auspicio per il futuro del teatro amatoriale”. La Compagnia ha ricevuto anche il premio per il miglior allestimento scenico.



Nella foto il momento della consegna del Premio alla compagnia vincitrice, con il consigliere nazionale Fita Pasquale Manfredi, la Direttrice Artistica del festival Fiammetta Fiammeri, il presidente provinciale di Viterbo B. Mencarelli e l'assessore alla cultura del comune di Viterbo Antonio Delli Iaconi.

Nessun commento:

Posta un commento