martedì 3 ottobre 2017

FITA VITERBO / 22° Festival «Città di Viterbo»: un successo la prima serata

Pubblico delle grandi occasioni per la riapertura, dopo cinque anni di chiusura, del Teatro dell’Unione di Viterbo, affidata ad un evento firmato dalla Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita), che sabato 30 settembre ha significativamente proposto qui il primo spettacolo della 22ª edizione del Festival nazionale “Città di Viterbo”. A salire sul palcoscenico è stata la compagnia Gli Amici del Teatro di Valmontone ne “Il malato immaginario (ahi sune)” da Molière, per la regia di Gianni Dal Brusco.
Viva soddisfazione è stata espressa dal presidente di Fita Viterbo Bruno Mencarelli, che ha salutato e ringraziato, anche a nome della Fita nazionale, quanti si sono adoperati per questo importante risultato. Numerosi i rappresentanti pubblici che non hanno voluto mancare all’appuntamento, tra i quali il dirigente dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Viterbo Luigi Celestini e il sindaco di Valmontone Alberto Latini, accompagnato dall’assessore alla Cultura Maria Grazia Angelucci. Presenti anche i componenti della giuria Simona Tartaglia Capitani, regista cinematografica e televisiva, la formatrice Giulia Oliva, la drammaturga e regista Serenella Medori, il presidente dell’Associazione per la Cultura e le Tecnologie dell'Ambiente e della Sicurezza di Tuscania (Actas) Claudio Patrizi, il giornalista Luciano Lattanzi, il componente del direttivo Fita Lazio Annibale Izzo e Francesca Mencaroni, figlia di Francesco Mencaroni - attore e mimo grande amico della Federazione Italiana Teatro Amatori - al quale il festival è stato dedicato.
Il Festival proseguirà fino a domenica 5 novembre. Tra gli appuntamenti in cartellone anche quello con lo spettacolo “Ben Hur” di Gianni Clementi, firmato dalla compagnia La Bottega dei ReBardò di Roma, per la regia di Enzo Ardone, allestimento fresco vincitore del Premio Fitalia 2017, proclamato venerdì 29 settembre nell’ambito della 30ª Festa del Teatro, svoltasi a Roma Ostia: un’edizione speciale, resa ancora più significativa dalla concomitanza con il 70° anniversario della fondazione della Fita, nata nel 1947 e oggi forte di circa 1400 compagnie aderenti e oltre 23mila tesserati.

In tanti al Teatro dell'Unione per il primo spettacolo del Festival di Viterbo, che ha siglato anche la rinascita di questa sala teatrale

Il presidente di Fita Viterbo, Bruno Mencarelli, saluta il pubblico affiancato dal vicepresidente Sebastian Serafini

Nessun commento:

Posta un commento