sabato 2 marzo 2013

FORMARE I FORMATORI


Formare i formatori
Il teatro nelle scuole e l’educazione ai linguaggi dello spettacolo
diventa un importante obiettivo di FITA

Si è svolto a Roma il 23 febbraio scorso, il primo incontro nazionale formatori organizzato dalla Federazione Italiana Teatro amatori, in collaborazione con Agiscuola e Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca. Una tappa importante del progetto nazionale FITA “Formare i Formatori”, che ha consentito di istituire il primo Albo Nazionale Formatori riconosciuto da FITA. E’ stata anche l’occasione per presentare le linee guida generali per i formatori che operano in associazioni e scuole di tutta Italia, già sperimentate nei tre progetti attuati in Friuli, Emilia Romagna e Lazio per l’anno scolastico 2012\2013 e accreditati dagli Uffici Scolastici Regionali.
L’attenzione della Fita verso la formazione, percorso attivato ormai da alcuni anni,  ha trovato importante riscontro nella entusiasta adesione dei numerosi partecipanti e nella condivisione dei prestigiosi partners: MIUR  e Agiscuola.
Per il MIUR è intervenuto il dott. Giuseppe Pierro - della Direzione generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione -  che ha evidenziato quanto, oggi più che mai, l’educazione teatrale nelle scuole sia argomento di forte riflessione e ricerca e come sia fondamentale che il territorio e le associazioni di riferimento diventino partners privilegiati per le scuole per la realizzazione di progetti di formazione teatrale.
Significativo il saluto della presidente Agiscuola – prof.ssa Luciana Della Fornace – che ha ricordato le numerose collaborazioni con Fita , segnalando come essa si collochi tra i partners accreditati a livello nazionale e come sia fondamentale anche per la sua articolazione territoriale in tutta Italia.
I componenti della commissione Formazione Artista Giovani di FITA Fiammetta Fiammeri, Mauro Pierfederici e Daniele Franci hanno illustrato non solo le differenti azioni della federazione in ambito formativo ma anche un vero e proprio “vademecum” in cui sono state definite le principali linee guida rivolte a coloro che desiderano realizzare progetti riconosciuti da FITA a livello nazionale e accreditabili anche presso il Ministero. I partecipanti provenienti dalla maggior parte delle regioni italiane hanno poi presentato le proprie esperienze formative e  partecipato al gruppo di lavoro relativo all’utilizzo dei materiali tecnici presentati dalla Commissione Formazione Artistica Giovani. Il passaggio successivo sarà la creazione sul sito ufficiale della FITA di un’area riservata ai componenti del primo Albo Formatori  per incentivare sempre più la comunicazione tra i docenti, con informazioni e pubblicazioni. L’Albo sarà anche una risorsa per tutta la Federazione: tutti vi potranno attingere per ricercare competenze utili ad incentivare la formazione nel territorio. Particolarmente soddisfatto il presidente della FITA Carmelo Pace:
 “Il percorso di analisi e studio realizzato dalla Commissione Formazione in questi primi due anni – i cui componenti ringrazio-  ha ottenuto importanti risultati non solo per la Federazione, ma anche per coloro che svolgono attività nelle scuole e desiderano sostenere il proprio aggiornamento garantendo una qualità dell’offerta formativa sempre maggiore. E’ un forte segnale che proviene ancora una volta dal teatro amatoriale, che si distingue per il “fare”, prediligendo le competenze, senza alcuna autoreferenzialità”.


Nessun commento:

Posta un commento