mercoledì 17 gennaio 2018

Bando "Premio Ulisse" quinta edizione



Quinta edizione per il Premio “Ulisse”, promosso dal Comitato Regionale Fita Sicilia in partenariato con la compagnia Dietro le Quinte di Milazzo, in provincia di Messina, e con il patrocinio della Fita nazionale. Il concorso, a carattere regionale, rientra nel circuito italiano del Gran Premio del Teatro Amatoriale organizzato dalla Fita e prevede la partecipazione di una giuria itinerante, che visionerà dal vivo gli spettacoli finalisti.
La scadenza delle iscrizioni è fissata per il 28 febbraio.



SCARICA                                   BANDO
SCARICA                                   MODELLO PARTECIPAZIONE

martedì 16 gennaio 2018

FITA NAZIONALE / Positivo incontro con la ministra Valeria Fedeli

ROMA, 16 GENNAIO 2018 – Viva cordialità e concretezza hanno caratterizzato l’incontro, avvenuto a Roma, tra una delegazione della Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita) e la ministra della Pubblica Istruzione, Valeria Fedeli, alla quale è stata consegnata la medaglia coniata per il 70° anno di attività dell’organizzazione, leader nel settore, con oltre 1400 compagnie aderenti e circa 23mila iscritti. Guidata dal presidente nazionale Carmelo Pace, la rappresentanza Fita era composta dal tesoriere Giuseppe Minniti, dal consigliere Pasquale Manfredi e da Fiammetta Fiammeri, coordinatrice della Commissione Formazione della Fita.
Convinta sostenitrice del ruolo fondamentale rivestito nella formazione dei giovani dal teatro, come ribadito da Pace, e in sintonia con le istanze Fita, la ministra Fedeli ha condiviso l’importanza di dare piena attuazione a quanto avviato con la Buona Scuola e proseguito con una serie di passi legislativi, condotti anche d’intesa con il MiBACT.
Numerosi i punti su cui lavorare, in merito ai quali l’incontro ha aperto ampi fronti di possibile collaborazione. Tra gli obiettivi, un ruolo di primo piano potrebbe avere, secondo la ministra, “l’inserimento del teatro già dal prossimo anno scolastico nell’offerta formativa, se non, almeno per ora, come vera e propria materia curricolare”.
Il 27 marzo prossimo, intanto, in occasione della Giornata Mondiale del Teatro, l’Eliseo di Roma ospiterà i vincitori della III edizione del Concorso “Scrivere il teatro”, destinato a tutte le scuole statali di ogni ordine e grado, per il quale sono stati presentati oltre 250 progetti da più di 300 istituti.
Tale rilancio – ha reso noto la ministra - è stato possibile anche in considerazione della Legge "Buona Scuola" che all' art. 1, comma 181, mira a richiamare l'attenzione degli studenti sull'importanza del teatro quale forma artistica di elevato valore sociale ed educativo, nonché quale fattore fondamentale per la diffusione delle tradizioni culturali del nostro Paese. Inoltre, il Ministero in tal modo incoraggia tutte le Istituzioni scolastiche ad agire al fine di stimolare la pratica teatrale nelle scuole, sia come esperienza formativa e creativa, sia come strumento di educazione alla visione dello spettacolo dal vivo. Al riguardo, anche l’art. 20 del nuovo DM 440 dello scorso ottobre prevede uno stanziamento pari a 800mila euro per finanziare progetti di promozione teatrale per le scuole di ogni ordine e grado”.
Viva soddisfazione per l’incontro è stata espressa dal presidente Pace e dai rappresentanti Fita: “Dopo aver ripercorso le significative iniziative avviate dalla nostra Federazione – ha commentato Pace - per promuovere il teatro tra i giovani e nelle scuole, grazie anche alle collaborazioni già avute con il MIUR, abbiamo apprezzato nella ministra Fedeli la concretezza e la volontà di rilanciare intese che valorizzino il ruolo del teatro amatoriale per la scuola e nella scuola. Si sono aperti nuovi, significativi spazi di collaborazione con il MIUR, così come avvenuto nei mesi scorsi con il MiBACT, dopo l’incontro che abbiamo avuto con il ministro Dario Franceschini. Da parte nostra, ancora una volta, massima disponibilità a collaborare con serietà e concretezza”.

Da sinistra, Pasquale Manfredi, Carmelo Pace, la ministra Valeria Fedeli, Fiammetta Fiammeri e Giuseppe Minniti

Un momento della conversazione fra la ministra Fedeli e la delegazione Fita

Un altro momento dell'incontro avvenuto nella sede del Miur a Roma

sabato 13 gennaio 2018

Bando " La Torre che Ride" 2018



L’Associazione culturale “La Torre che Ride”, con il patrocinio del Comune di Potenza Picena, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, la Pro Loco di Porto Potenza e la  F.I.T.A., organizza il 7° Festival Nazionale del Teatro Amatoriale Brillante “Nando Scarfiotti”, riservato a lavori di genere comico-brillante.     
Possono partecipare al Festival i gruppi teatrali non professionisti residenti nel territorio nazionale.

SCARICA                    BANDO

Bando " PREMIO SCENA. 0 PER IL TEATRO"



L’Associazione Artistico-Culturale “COMPAGNIA TEATRALE LINO CONTE” con sede in Taranto di seguito denominata Organizzazione) in collaborazione con la F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori)  
ORGANIZZA per l'anno 2018 la quarta edizione del “PREMIO SCENA.0 PER IL TEATRO” 
concorso a carattere regionale inserito nel circuito nazionale del Gran Premio del Teatro Amatoriale.  
Il concorso prende il nome di SCENA .0 perché richiama il famoso Film road cult “ PUNTO ZERO” il cui sviluppo avviene prevalentemente in viaggio, rispecchiando così l’attività della giuria che si sposterà per la visione live degli spettacoli finalisti. 


SCARICA                  BANDO 
SCARICA                  SCHEDA PARTECIPAZIONE

giovedì 11 gennaio 2018

FORMAZIONE GIOVANI / Mercoledì 17 gennaio a Roma selezioni ITAF 2018

Sono una ventina, provenienti da diverse regioni italiane, i giovani tra i 18 e i 30 anni che mercoledì 17 gennaio si daranno appuntamento a Roma per partecipare alla selezione di “Itaf 2018”: la quinta edizione del percorso di alta formazione elaborato, con la direzione artistica di Daniele Franci, dalla Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita), leader in Italia con i suoi oltre 25mila iscritti.
Una giornata intensa, quella che attende questi ragazzi, usciti da selezioni territoriali e decisi a conquistare l’accesso all’impegnativo progetto formativo proposto da Fita: un viaggio che, nel corso dell’anno, prevede quattro seminari di una settimana ciascuno nella sede della scuola di alta formazione Fita di Reggio Emilia
(dal 5 al 12 febbraio, dall’11 al 18 marzo, dal 7 al 14 maggio, dall’8 al 15 luglio) e ancora, in ottobre, una settimana residenziale in Olanda, a Utrecht. Ma in palio, alla selezione di Roma, anche la possibilità di un'ulteriore esperienza internazionale: quella al festival “Les Estivades”, in Belgio dal 3 al 10 agosto, che potrebbe essere offerta anche ad altri giovani, pur se non selezionati per Itaf nel suo complesso.
Le audizioni, che si terranno nella sede Fita di via di Villa Patrizi, sarà comunque essa stessa un’occasione formativa, perché arricchita da un workshop condotto dal direttore artistico Franci.
«Come Federazione – commenta il presidente nazionale Fita, Carmelo Pace – dedichiamo da sempre una particolare attenzione alla formazione, soprattutto a quella dei giovani: per questo è nata la nostra “Accademia del Teatro”, laboratorio residenziale che ogni anno organizziamo nell’ambito della Festa del Teatro; e per questo, cinque anni fa, abbiamo dato il via al percorso Itaf, pensato da subito con un respiro europeo, grazie alla collaborazione di partner internazionali che permettono ai nostri ragazzi di conoscere realtà diverse, in un confronto per loro stimolante come persone, prima ancora che come appassionati di teatro».

Un'immagine dell'edizione 2017 FOTO: TAMARA BOSCAINO

mercoledì 10 gennaio 2018

FITA ABRUZZO / "Premio Marrucino" al via dal 19 gennaio

Al via da venerdì 19 gennaio a Chieti l'edizione 2018 della rassegna dialettale "Premio Marrucino", promossa dalla Deputazione Teatrale Teatro Marrucino in collaborazione con il Comitato abruzzese della Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita). Qui di seguito una presentazione generale della manifestazione, che coinvolgerà otto compagnie.




giovedì 28 dicembre 2017

FITA CALABRIA / Successo per il Premio "Bronzi di Riace"

Si è svolta nell'incantevole location del teatro comunale di Lamezia Terme la terza edizione del premio “Bronzi di Riace”, manifestazione organizzata dalla Federazione Italiana Teatro Amatori (F.I.T.A.) Comitato regionale Calabria, in collaborazione con l’associazione “I Vacantusi”.
L’iniziativa, inserita nel progetto “Vacantiandu” e con il patrocinio della Regione Calabria, ha registrato un grande successo di pubblico, con la magia del teatro e la ricchezza degli spettacoli protagonisti della serata.
Pathos e una coinvolgente atmosfera sono stati gli ingredienti di una manifestazione non come mero evento celebrativo, ma come condivisione dell’interiorità umana attraverso il linguaggio scenico.
Il teatro amatoriale – hanno sottolineato Michele Spataro, Giuseppe Minniti e Consolato Latella, rappresentanti F.I.T.A. e componenti della giuria del concorso – ha finalmente iniziato il giusto iter per giungere ad un riconoscimento a livello artistico e sociale. Una festa del teatro – hanno ribadito i rappresentanti Fita, che hanno avuto il compito di assegnare i numerosi riconoscimenti - che ha visto un forte senso di appartenenza alla Federazione da parte delle tante compagnie regionali affiliate, ma che ha anche mostrato una forte coesione tra le stesse, ribadendo come la cultura sia momento di unione e condivisione. 
Il premio segna l’apice di un progetto che ha avuto come obiettivo la valorizzazione e promozione di tante emergenti realtà teatrali amatoriali, stimolandone la crescita artistica ma soprattutto umana e offrendo loro l’occasione per diffondere la tradizione della propria terra. A sostegno di un teatro, dunque, come strumento di promozione turistica della propria regione con un ritorno al passato, forza della modernità.
Le compagnie premiate hanno animato, nel corso dell’anno, i diversi teatri della città lametina ed hanno diffuso un teatro che è sorriso, riflessione ma, soprattutto, balsamo per curare le “ferite dell’animo”.
Il premio come migliore spettacolo, che rappresenterà la Calabria nel circuito nazionale, è andato a “1861 - La brutale verità” della compagnia Carma di Reggio Calabria.
Numerosi i premi per la commedia “I promessi sposi” tratto da “I Promessi sposi. Opera moderna” di Michele Guardì, con la collaborazione di Natale Princi.
L’opera è stata rappresentata con gran successo, durante la serata, dal gruppo teatrale “Terzo millennio” di Sant’Eufemia D’Aspromonte. “I promessi sposi” sono stati premiati per i migliori costumi, la miglior scenografia, la miglior regia. Il regista del gruppo, Francesco Luppino, ispirandosi al capolavoro di Alessandro Manzoni, ha raccontato la storia di Renzo e Lucia attraverso scene cantate, recitate e ballate allineate allo stile del musical e impreziosite dalle scenografie, dalle coreografie e dai costumi realizzati da componenti del gruppo “Terzo Millennio”. “
Il premio come miglior attore protagonista è andato ex aequo a Franco Piscitelli (compagnia “La matassa”) e Alfredo Lavorato (compagnia “I tinti”). Un altro ex aequo nella categoria migliore attrice non protagonista, con la vittoria di Assunta Spirlì (“La bottega del sorriso”) e Luisa Vaccaro (“Compagnia Vercillo”) per la commedia esilarante “La fortuna con la C maiuscola”; miglior attore non protagonista è stato giudicato, invece, Giovanni D’Ippolito, sempre della lametina compagnia “Vercillo”. Premio come migliore attrice protagonista a Maria Rosetta Torchia della compagnia Migliarinese; miglior attore protagonista Gabriele Profazio del gruppo “I Carma” di Reggio Calabria per lo spettacolo “1861 La brutale verità”.
Il premio speciale è andato al regista lametino, nonché direttore artistico del comitato F.I.T.A. Calabria, Francesco Pileggi per lo spettacolo “Le sirene non tirano i rigori” della compagnia “Il teatro che non c’era” di Filadelfia.
Altro premio speciale per l’attore Alfredo Perciaccante della compagnia Canaglioni di Cassano allo Ionio, mentre come miglior attrice caratterista è stata scelta Rita Gallo, della compagnia Acquania di Curinga. 
Il gruppo dei premiati