mercoledì 16 agosto 2017

Bando VII^ Edizione "ATTIMI DI TEATRO ALL'ANGIOINO"



LA F.I.T.A. PUGLIA in collaborazione con la direzione artistica del Teatro Angioino istituisce la sesta edizione del concorso regionale “ ATTIMI DI TEATRO ALL’ANGIOINO “ . Il Teatro Angioino è sito in Via Silvio Pellico n.7 70042 -MOLA DI BARI-.

SCARICA               BANDO

sabato 29 luglio 2017

SI PUO' FARE TEATRO . . . ANCHE COSI'...



Pubblichiamo l'iniziativa della Fita-Puglia che, oltre ad essere un esempio di come acquisire risorse finanziarie, può trovare il sostegno dei tesserati FITA.


Salve a tutti , sono qui a chiedervi una mano per diffondere questa raccolta fondi che ci vede tutti coinvolti. Purtroppo non abbiamo risorse per realizzare il progetto che coinvolge i giovani iscritti FITA nel progetto "bSogno" per cui vi chiediamo di diffondere attraverso ogni mezzo il link che permette la donazione. Ovvio che se desiderate contribuire attivamente alla raccolta sarà cosa buona e giusta. Grazie per la collaborazione.
Annamaria Carella


Convenzione Fita Umbria con il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto



Gentile Sig. Segoni,

come da mail intercorse a gennaio 2017 Le confermiamo la possibilità, per gli iscritti all’Associazione Federazione Italiana Teatro Amatori , di usufruire di uno sconto sui biglietti della Stagione del Teatro Lirico Sperimentale 2017 come segue:

Fammi udire la tua voce, Teatro Caio Melisso – Spoleto
Venerdì 8 e sabato 9 settembre alle ore 20.30; domenica 10 settembre alle ore 17.00:
palchi I ordine e palchi II ordine € 10.00 invece che € 15.00 (+ prevendita € 1.50)

L’impresario delle Canarie, Teatro Caio Melisso – Spoleto
Venerdì 15 e sabato 16 settembre ore 21.00; domenica 17 settembre ore 17.00:
palchi I ordine e palchi II ordine € 14.00  invece che € 18.00 (+ prevendita € 1.50)

Carmen, Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti – Spoleto
Venerdì 22 e sabato 23 settembre ore 20.30:
Palchi II ordine € 20.00 invece che € 25.00 (+ prevendita € 1.50)
Carmen, Teatro Morlacchi - Perugia
Lunedì 25 e martedì 26 settembre ore 20.30:
Palchi I ordine laterale, palchi IV ordine centrale, palchi II ordine laterale € 20.00 invece che € 25.00(+ prevendita € 1.50)

Carmen, Teatro Lyrick – Assisi
Mercoledì 27 settembre ore 20.30:
Secondo settore numerato € 19.00 invece che € 24.00 (+ prevendita € 1.50)

Carmen, Teatro degli Illuminati - Città di Castello
Giovedì 28 settembre ore 20.30:
Palchi I ordine laterale, palchi II ordine laterale, palchi III ordine laterale € 19.00 invece che € 24.00(+ prevendita € 1.50)

Carmen, Teatro Comunale – Todi
Venerdì 29 settembre ore 20.30:
Palchi III e IV ordine € 20.00 invece che € 25.00 (+ prevendita € 1.50)

Carmen, Teatro Mancinelli – Orvieto
Sabato 30 settembre ore 20.30:
Palchi I, II, III ORDINE € 21.50 invece che € 26.50 (+ prevendita € 1.50)

Per usufruire della promozione basterà presentare il documento di iscrizione all’Associazione Fita asegreteria@tls-belli.it (0743.221645), con la specifica “Promozione Fita”. Il documento verrà poi consegnato alle biglietterie. 
Per gli spettacoli Eine Kleine Domplatz Musik e Schubertiade il prezzo rimane intero, essendo molto ridotto (€ 8.00, € 10.00). Tali sconti sui biglietti non sono cumulabili con altre promozioni. Gli importi saranno maggiorati dei diritti di prevendita pari a € 1.50 fino a 2 ore prima dello spettacolo.

All. Programma e Manifesti della 71ma Stagione del teatro Lirico Sperimentale “A.Belli”.

Cordiali saluti

giovedì 27 luglio 2017

FITA NAZIONALE / GIOVANI - Conosciamo Valentina Mustaro, regista dell'Accademia del Teatro 2017



Sarà la regista Valentina Mustaro a guidare l’edizione 2017 dell’Accademia del Teatro, il programma di formazione residenziale per giovani iscritti alla FITA, che quest’anno si svolgerà dal 24 settembre all’1 ottobre a Roma Ostia, in occasione della 30ª Festa del Teatro.
Salernitana, 31 anni, sulla scena a 13, regista per la prima volta a 17, una laurea in Regia al Dams, una magistrale in Scienze dell'educazione con il massimo dei voti, un Master di I livello in artiterapie e un solido percorso teatrale, nonostante la giovane età Valentina Mustaro ha ottenuto risultati e riconoscimenti importanti, decidendo di dedicare tutta se stessa al teatro.
Una scelta non facile, la sua. Quasi controcorrente, di questi tempi. Tanto più significativa, allora, la scelta del “Dyscolos” (il misantropo) di Menandro quale testo di riferimento per il lavoro che porterà avanti con i ragazzi dell’Accademia FITA, che avrà come filo conduttore proprio il rapporto tra individuo e società, tra visione del singolo e convenzioni stabilite dal gruppo.

«Ciò che riguarda la drammaturgia antica – ci spiega la regista, quando le chiediamo il perché di questo testo - mi ha sempre affascinato: credo infatti che davvero nel teatro greco ci sia già la base di tutto. Quanto a Menandro, si tratta di un autore molto “moderno”, il primo ad affrontare temi sociali, in linea quindi con quella finalità pedagogica che il teatro deve avere, portando a far riflettere sulla realtà che ci circonda. Il suo “Dyscolos”, in particolare, mostra un individuo e una società a confronto, tra volontà di andare avanti da una parte e desiderio di rimanere ancorati alla tradizione dall’altro. Noi - continua la regista - viviamo in un continuo cambiamento, e a volte è difficile inserirsi in un contesto sociale quando si voglia vivere in maniera diversa: questo per me è un problema affascinante, che mi tocca da vicino, ma che penso possa essere stimolante in generale».

Ma partendo dal “Dyscolos” - che narra le vicende di un vecchio burbero, che si ammansirà solo dopo essere stato salvato da chi aveva sempre tenuto a distanza - la regista va oltre, proponendone una lettura particolare: nella quale, cioè, il protagonista Cnemone potrebbe non essere affatto “la bestia tra gli uomini” della lettura comune, ma il solo “uomo” in una società di “bestie” inquadrate e standardizzate: «Chi stabilisce – afferma infatti Mustaro - quale debba essere il punto di vista corretto? I più, chiaramente, tendono a vedere l'individuo come “sbagliato”: ma potrebbe essere il contrario».

Sarà dunque questo l’ambito di ricerca attorno al quale si muoveranno i ragazzi dell’Accademia, giovani provenienti da esperienze, percorsi e realtà molto diverse tra loro. Un mix che Mustaro ritiene essere non una difficoltà ma una possibilità: «Nella mia regia – spiega – mi piace usare le potenzialità degli attori, tirar fuori da ciascuno quello che ha dentro. Lo farò anche questa volta, nonostante ci sia solo una settimana a disposizione. Peter Brook dice che il compito del regista non deve essere quello di imporre il proprio pensiero, ma di guidare lungo un percorso nel quale ognuno deve mettere qualcosa di suo. Condivido questa visione e ai partecipanti, quindi, chiederò di portare nel gruppo ciò che hanno e di mescolarlo a quello degli altri, per poi trovare insieme la strada da percorrere».
Nel lavoro formativo, grande spazio avranno il training fisico (intenso, basato su alcune tecniche di commedia dell’arte, mimica e interpretazione corporea), il training vocale (per l’uso della voce e il suo impiego come strumento sonoro naturale) e il lavoro di riflessione sul testo, sul suo stravolgimento e sul sottotesto.

Mauro Pierfederici, direttore artistico FITA: «Un progetto di spessore, spiegato nei dettagli»
«Fra i progetti presentati quest’anno, tutti di notevole livello, quello di Valentina Mustaro – dichiara Mauro Pierfederici, direttore artistico della Federazione – è stato scelto perché ha soddisfatto in pieno ciò che il bando richiedeva: un lavoro di spessore e spiegato con chiarezza quanto a obiettivi e metodi. A tutto questo si sono poi aggiunti il curriculum e l’esperienza della regista nel campo della formazione. Tengo comunque a sottolineare che davvero la scelta del progetto per l’Accademia si fa di anno in anno più difficile, vista la caratura crescente delle proposte presentate: una conferma – conclude il direttore artistico FITA - di come la qualità del nostro teatro sia in costante aumento». 
Valentina Mustaro in una foto di scena
 

venerdì 21 luglio 2017

Venerdì 8 settembre OPEN DAY Fita Puglia/Basilicata



Venerdì 8 settembre  OPEN DAY Fita Puglia/Basilicata c/0 Teatro IL SALTIMBANCO  &  MAMRE  Via San Domenico Savio, 20, 70029 Santeramo in Colle

L'iniziativa di carattere interregionale è inserita nelle attività della 30^ Festa Nazionale del Teatro FITA.
Una giornata di aggregazione tra compagnie FITA, realtà artistiche e realtà associative operanti nel settore teatrale e delle arti performative di Puglia e Basilicata

-Richiamare artisti, educatori, operatori della cultura, volontari, comuni cittadini di ogni età e condizione, accomunati dal riconoscimento dell’arte quale possibilità di inclusione e partecipazione sociale, crescita personale e spirituale, nonché del suo fondamentale ruolo pedagogico e di miglioramento dei processi educativi per la crescita della persona all’interno della comunità;

-Caldeggiare la proposta di un’occasione di confronto, scambio, formazione, ricerca e sperimentazione sui nuovi linguaggi, le nuove forme di comunicazione, le problematiche dello spettacolo dal vivo, le opportunità economiche e formative, le risorse del territorio nazionale ed internazionale.
Seminari- consulenze- mostre di costumi ,locandine. fotografie, presentazione di autori e relativi testi teatrali. Un'occasione imperdibile per mostrare e pubblicizzare le singole compagnie e i loro lavoro.
La giornata si concluderà con l'anteprima dello spettacolo SHAKE EPIC ROCK "LEAR" realizzato dal gruppo di respiro nazionale dei giovani FITA che hanno partecipato al progetto residenziale bSogno.
E' previsto pranzo a buffet su prenotazione  Euro 25,00
Info: 3471806809


lunedì 17 luglio 2017

2^ Rassegna teatrale “Nella terra di Enea”




L’associazione culturale “Terra di Enea” e la compagnia teatrale “Arte povera”, in collaborazione con il Teatro Uniko di Lavinio - Anzio, con il patrocinio della Federazione Teatro Amatori e del Comune di Anzio, organizza la 2ª Rassegna teatrale “Nella terra di Enea”.
Possono partecipare alla Rassegna compagnie o gruppi teatrali non professionisti iscritti alla F.I.T.A. o alla U.I.L.T. e residenti su tutto il territorio nazionale.
Saranno ammesse, dopo la fase di selezione, n. 6 compagnie scelte tra quelle iscritte.

Le compagnie selezionate presenteranno il loro spettacolo presso il teatro Uniko in viale del Sole n. 4 a Lavinio - Anzio, con capienza di n.70 posti a sedere, nel periodo che va da ottobre 2017 a marzo 2018.

SCARICA                                 BANDO